Giubbotto multitasche Refrigiwear

By 12/29/2004 March 1st, 2010 For him

130 Comments

  • bibi says:

    visto che un rain-style-expert mi ha detto che la refrige lunga che vedevamo l’anno scorso è decisamente passée, ho optato per questo nuovo modello sempre della refrige, che è semplicemente un giubbotto classico

  • rainking says:

    😉

  • victory says:

    A me di questa marca non piace il logo, lo trovo veramente poco stiloso…quel cane con il giubbotto…ma dai…. 🙂

  • STEFANIA says:

    vorrei sapere se ci sono punti vendita a Milano dei negozi refrige.

    Aiutatemi è per un regalo.

    grazie in anticipo

    S.

  • Bondì maria Luisa says:

    punti vendita refigewear a Palermo e provincia

  • Franz says:

    mi piacerebbe sapere perchè due anni fa quando ci fu il boom dei giacconi refrigiwear il prezzo era di 99mila lire…in due anni il prezzo dello stesso modello di giaccone è più che triplicato!!!!!! perchè? alla faccia del caro prezzi….BUFFONI!!!!!!

  • VERITAS says:

    HA RAGIONE FRANZ!!!!!
    DUE ANNI FA L’ORMAI FAMOSO GIACCONE REFRIGIWEAR COSTAVA LA BELLEZZA DI 99 mila Lire SCONTRINO ALLA MANO….OGGI LO STESSO MODELLO DI GIACCONE COSTA PIU’ DI 300 EURO!!!!!!!! (PIU’ DI 600mila Lire) MA SIAMO MATTI !?!?!?!? E QUEI COGLIONI CHE LE COMPRANO PURE!!!!! SVEGLIATEVI RIBELLATEVI A QUEI PORCI DEI NEGOZIANTI !!! E’ PER COLPA LORO SE IL CARO VITA E’ IN FORTE AUMENTO!!!!!

  • bibi says:

    per me la battaglia contro il prezzo assolutamente superiore al valore del prodotto è una battaglia persa.
    il plus che ti fanno pagare non è quantificabile con logiche di carovita, ecc.
    e poi sono favorevole all’acquisto on line. qui abbiamo visto una marea di esempi di confronto prezzi a favore dell’online.
    se red apple ha una minima utilità è questa: non regaliamo soldi ai negozi ma cerchiamo altri canali oppure evitiamo quelli dove i prezzi sono gonfiati, e scambiamoci pareri e info su come possiamo risparmiare

  • sasa90 says:

    Vorrei Sapere quanto vengono a costare i cappotti kejo

  • bibi says:

    io cappotti non ne ho mai visti, intendi i giacconi?

  • DreamX says:

    Ciao volevo sapere il modello del refrigi nella foto qui sopra xè vorrei cercarlo ma non so come si chiama… e in alternativa la giacca quella corta della belstaff (grigia e nera) ma mi piace di + il refrigi.
    Grazie in anticipo x il vostro aiuto

  • D@RIO says:

    Ciao a tutti!!Vorrei acqustare il Refrigiwear Bianco,Modello corto,Primaverile.SE SAPRESTE AIUTARMI RISPONDETEMI A dariosevero@tin.it.
    Grazie in anticipo, Dario.

  • linda says:

    vorrei sapere se ci sono negozi a bergamo e provincia grazie per la cortesia

  • daniele says:

    ma sta cazzo de refrigi li vole venne sti giuvvetti, scine o none????

  • daniele says:

    dai facciamo i seri!!
    cerco lo stesso capo de dariosevero.
    DARIO, te l’hai trovato???
    me dici dove????

  • Valentina says:

    vorrei sapere a palermo o a catania quali sono i negozi che vendono giubbotto estivo corto refrigiwear?

  • valentina says:

    se sapreste aiutarmi rispondete a
    miticadea2003@yahoo.it.grazie anticipatamente

  • pippo says:

    Ciao andate su http://www.salsamix.it shopping ci sono un sacco di marche ciao

  • bibi says:

    grazie pippo!

  • elena says:

    Vorrei saper i punti vendita refrigiwear nella provincia di Varese….grazie mille

  • baby4ever says:

    punti vendita a rimini????vi prego è import!!

  • Sara says:

    Ciao, è possibile che un Refrigiwear corto possa costare E. 199,00?Qualcuno potrebbe dirmi se il prezzo è buono o meno?Grazie.

  • marta says:

    giacconi refrige uomo-donna
    negozio fraca via silvio spaventa39 napoli tel 081/5549164

  • bibi says:

    grazie marta, aggiunto!

  • rino says:

    vi sarei grato se sapeste idicarmi i rivenditori REFRIGIWEAR zona MODENA/REGGIO EMILIA..scrivete pure a:
    tribale24@libero.it

  • bibi says:

    per rino: prova Maranello Web Fashion s.n.c. a Modena, tel. 3281814865, sito maranellowebfashion.com

  • irgen says:

    IL GIUBBOTTO SOPRA NELLA FOTO NON E’ DELLA MARCA REFRIGIWEAR…MA LA MARCA—REFRIGUE–SONO DUE MARCHE DIVERSE..ULTIMA APPUNTO: LA MARCA REFRIGIWEAR VIENE USATA DAI MURATORI AMERICANI D’INVERNO..ROBA DA LAVORO NOI LA COMPRIAMO A 300 EURO.

  • irgen says:

    GIUBBOTTO FOTO SOPRA ..REFRIGUE–198 EURO IN NEGOZIO.

  • bibi says:

    no irgen. era proprio "refrigiwear", l’ho fotografato personalmente

  • Albeio says:

    Cerco il giubbotto "Bush jacket" mi sapete dire se trovo un rivenditore Refrigiwear nella provincia di Genova? Grazie mille!!!

  • Nick says:

    Io sto cercando il Refrigi, a Mantova l’ho trovato ma non hanno la taglia (L), quindi qualcuno può dirmi in province vicine dove posso trovarlo? grazie

  • fraca says:

    giubbini refrigue uomo donna negozio fraca via silvio spaventa 39 napoli, tel 081/5549917 anche cappelli sciarpe e guanti email calabrese.fraca@tiscali.it

  • Ploki says:

    Il giubbotto più giusto adesso è il Museum altro che Refrigiwear!

  • divina_lucilla says:

    ah si il museum. sei arrivato un pò tardi, mio fratellastro il suo museum l’ho buttato 2 anni fa.

  • bibi says:

    ma qual è? non l’ho mai sentito

  • divina_lucilla says:

    ma non è niente di che, un giubbotto che a roma andava abbastanza qualche anno fa, mio fratellastro lo aveva rosso.

  • fraca says:

    giubbini refrigue uomo donna negozio FRACA via silvio spaventa 39 tel 081/5549917
    anche in saldi

  • bibi says:

    il negozio fraca puo’ anche smetterla di scivere l’ennesimo commento pubblicitario, è stato già inserito fra gli indirizzi del post

  • stella says:

    ma dove vendono il giaccone della museum a roma centro

  • stella says:

    rispondeteeeee per favore!!!!!!!!!

  • veronica says:

    vorrei sapere dove si trovano a milano i negozzi della refrigiwear RISPONDETE IL PIU PRESTO POSSIBILE

  • calabrese says:

    giubbini REFRIGUE uomo donna negozio Fraca 081/5549917 via silvio spaventa 39 napoli

  • fraca says:

    abbiamo ripetuto spesso il messaggio perchè itra gli indirizzi del post c’è il numero di telefono sbagliato quello giusto è 081/5549917 e poi noi trattiamo REFRIGUE.grazie

  • bibi says:

    cambiato il numero, comunque allora, se proprio dovete, commentate a "regrigue" e non "regrigiwear".

  • G-UNIT says:

    BELLA REGà!!!! ME SAPETE DI UN SITO NDO POXO TROVà LE FOTO DER MUSEUM???? BELLA A TT E GRAZIE IN ANTICIPO…..CMQ X STELLA IL MUSEUM LO VENDONO DA NUVOLARI A VIA DEL CORSO

  • Ploki says:

    Se tuo fratello l’ha buttato 2 anni fa ne può comprare un altro. E poi non esiste solo lo shorty della Museum ce ne sono molti altri.

    Per chi interessa li può vedere, ora estivi, su http://www.museumtheorigina

  • vale says:

    cerco un negozio che vende grif H&M a CATANIA

  • bibi says:

    ma H&M non è solo negli store monomarca?

  • Alice says:

    Sì, anche io ho sempre saputo che H&M è solo nei monomarca. Inoltre Vale mi spiace ma che io sappia non ci sono store nel sud Italia 🙁 Pensa che non c’è neanche a Roma!! :S
    Non vorrei dire una sciocchezza ma il negozio più a sud che c’è credo sia quello di Bologna..?!
    Mi dispiace 🙁

  • bibi says:

    a genova c’è, in via xx settembre

  • mariux says:

    ciao! vi prego mi dite se sapete quanto costano i giubini smanicati di aspesi e dove li vendono a bergamo????vi prego in ginocchio!

  • Alice says:

    Non vorrei dire una sciocchezza ma mi pare di aver visto il gilet Aspesi a 200 o 250 euro, non di più.
    Per i punti vendita non ti posso aiutare prova http://www.aspesi.it

  • bibi says:

    nell’outlet di serravalle scrivia c’è un bellissimo store di aspesi

  • Alice says:

    Mmmm perchè Serravalle è così lontano 😛

    Fra l’altro non so se può interessare a qualcuno ma ho di recente scoperto che in provincia di Udine c’è un outlet dove si vende anche Prada, mentre in provincia di Vicenza c’è un outlet di Armani, purtroppo non so di più, ma magari google vi può aiutare!

  • Mary says:

    mm… serravalle, ci sono stata due sett fa, tante cosine carine, la profumeria ha anche cambiato gestione…. sabato sono stata ad ospitaletto, lì invece non c’è niente di carino… per ora…

  • bibi says:

    dov’è ospitaletto? c’è un altro outlet?

  • bellla!!!!!!!!!!!!!!!!!!! says:

    QNT ER MUSEUM MODELLO SHORTY??????????????

  • fraca says:

    ragazzi vi informo che la collezzione refrigue autunno inverno 06/07 è bellissima e sarà presente nel negozio Fraca a NAPOLI a partire da settembre. mi raccomando venite a scoprirla.

  • Lu says:

    Ciao Mary, x l’outlet di Ospitaletto ti riferisci al Franciacorta Outlet Village? …io penso di si…
    Mi permetto di dare qualche info, magari qualcuno vuole fare un giretto: si trova nel cuore della Franciacorta a Rodengo Saiano (l’uscita della A4 è Ospitaletto), è stato aperto da poco ed è ancora in fase di costruzione (ora ci sono 80 negozi ma nella proxima estate ne apriranno altri 70)
    Link:
    http://www.franciacortaoutl
    Se volete sapere altro sono qui!!

    ps x Bibi: complimenti per il sito! Vi seguo da diverso tempo e i vs consigli sono sempre preziosi

  • fighetto says:

    i giubbotti Refrigiwear sono meravigliosi ed io come un pazzo li compro e ne sono fiero

  • bibi says:

    e delle giacche estive brema cosa ne pensate? a me piacciono molto, anche da donna

  • divina_lucilla says:

    non sono affatto male. carine anche quelle di piero guidi.

  • bibi says:

    piero guidi è la classica casa che un anno trova il pezzo giusto e l’anno dopo sbaglia. Da ragazzina la prima borsa che ho comprato è stata un secchiello piero guidi con gli angeli, già l’anno dopo mi sembrava vecchissima.
    poi c’è stato il tema del circo e poi niente di memorabile

  • Refrigue.... says:

    A parte i negozianti vi dovreste far furbi tutti quanti…..l’originale si chiama Refrigue e riporta un orso no il cane o altri animali….quindi chi ha pagato 300 euro un refrige se l’è presa nel culo in tutti i sensi!!!!!

  • bibi says:

    l’originale è il refrigiwear, non il refrigue

  • elfumax says:

    Refrigue, tu devi essere 1 commerciante bastardo… guarda l’anno di fondazione della refrigiwear e della refrigue… ci sono più di 15 anni di differenza a favore della refrigiwear… INFORMATI PRIMA DI POSTARE!

  • marta says:

    la refigue e la refrigiwear sono la stessa cosa. E’ l’azienda che si è divisa la prima è europea mentre la seconda è americana se nn sbaglio . Comunque la cosa importante è che òa REFRIGUE non è un falso

  • marta says:

    comunque ho gia visto in alcuni negozi i giubbini di quest’anno e sono bellissimi c’è un modello lungo marrone con il pellicciotto e colori metalizzati bellissimi

  • bibi says:

    scusa ma la differenza "pesante" di prezzo?

  • pinkapple_21 says:

    io ho preso un refrigiwear l’anno scorso,fucsia col cappuccio….caldissimo,comodissimo!i refrigue fa una linea molto simile ma non ho mai capito la differenza tra le due marche…interessante il vostro discorso!io il refrigiwear l’ho pagato 230euro e sono soddisfattissima della mia spesa!

  • marta says:

    i prezzi non sono tanto diversi sono più o meno simili e anche i modelli e i tessuti proprio xchè provengono dalla stessa azienda. io l’hanno scorso ho comprato un giubbino corto rosa e l’ho pagato 200 euro

  • giusy says:

    SMECK a Tortona grande assortimento di Refrigiwear uomo e donna, compresa la nuova linea Luxury ; http://www.smeck.it

  • Alice says:

    Refrigiwear è l’originale e fine del discorso. E’ nato negli USA come giubotto degli addetti alle celle frigorifere, i quali dovevano affrontare il gelo ed ecco spiegato tutto, il resto sono ciarle.
    Oltretutto certi commercianti farebbero bene a ricordare che lo spam in questo blog allontana il consumatore, di certo non lo avvicina… almeno per quanto mi riguarda. E non credo di essere l’unica testa pensante qui, anzi!

  • io says:

    dove posso trovare refrigiwear nella zona bergamo?

  • Salvatore says:

    IO HO SIA IL REFRIGIWEAR KE IL REFRIGUE. QST ULTIMO E’ LA NUOVA COLLEZIONE ED E’ BLLSM CN IL CAPPUCCIO D PELLICCIA E IL COLLO D PELLICCIA!A MOSTRO! CMQ L’AZIENDA E’ LA STESSA QUINDI QLL KE DICONO KE IL REFRIGUE E’ FALSO DEVONO KIUDERE IL CESSO!AHAH 😀

  • Raffaella says:

    Avrei assolutissimamente bisogno di sapere i negozi di Milano e provincia che vendon il Refrigiwear….pls pls pls….

  • Manuel says:

    Scusate Raga, ma che diggerenza c’è tra Refrigiwear e Refrigue??? Grazie. Ciao a tutti!!

  • fabio says:

    Ragazzi la maggiro parte della roba che qui è fashion in America è roba da lavoro: Blauer (polizia americana) Refrigewear( muratori americani). Pazzesco la vendano a prezzi assurdi!!!

  • bibi says:

    e abercrombie per i cargo, bellissimi!

  • Riccardo says:

    Dove posso trovare i punti vendita nella regione Marche o dintorni della Refrigiwear? Grazie anticipatamente.

  • Jami says:

    Io sono uno di quei commercianti che apostrofate in malo modo e non capisco il perchè e …..comunque posso essere utile alla mettere la parola fine fra Refrigi e Refrigue.
    E’ nata prima quella americana (Refrigiwear)dopo 15 anni lo stesso proprietario per problemi di dazi doganali e per abbassare i costi di mano d’opera apre un’altra azienda in Portogallo (la Refrigue) che per ottenere i vantaggi di dazi deve avere un altro nome e un altro logo . Rimangono intatte le caratteristiche dei prodotti (anti gelo -30 ).
    Dopo un pò di tempo la Refrigue viene venduta ad un altro gruppo.
    Sono entrambi i prodotti molto validi, la Refrigue è più curata nei particolari.
    Ciao.

  • bibi says:

    jami ti devi mettere nei panni di noi consumatori, che dobbiamo criticare, chiedere spiegazioni, scambiarci opinioni, ecc. grazie per le informazioni che ci hai dato, non pensi comunque che possa essere utile anche a voi commercianti sapere che preferiamo la refrigiwear invece che la refrigue?

  • jamiro says:

    Ho capito ma non siamo noi commercianti che facciamo i prezzi sono le Aziende che li fanno.
    Se mi dessero da vendere la Refrigue a meno di 100 euro sarei stra stra felice purtroppo non è così.
    Mi dispiace che preferiate la Refrigiwear, e comunque non sottovalutate la Refrigue su internet si dice che vada per la maggiore nella chiacchera milanese .

  • Alice says:

    Nessun commerciante può essere obbligato a mettere un prezzo, soprattutto nel franchising!

  • Jami says:

    Scusa Alice ma non capisco cosa vuoi dire?
    Nel franchising sei super obbligato a fare i prezzi che ti fornisce il franchisor.
    Hai mai visto differenze di prezzo nei negozi calzedonia o intimissimi ecc. ecc ??
    Negozi tutti uguali con prezzi uguali ,anche i prezzi dei saldi sono studiati dal franchisor.
    I franchising hanno le mani legate che più legate non si può.
    Invece noi (normali negozi di vicinato) siamo più indipendenti,compriamo quello che vogliamo e facciamo i prezzi che più ci garbano.
    Ma non su tutto, solo sugli articoli non di marca.
    Gli articoli di marca invece esigono che si rispettino il prezzo di listino o il prezzo di cartellino o il prezzo imposto sulla scatola.
    Per esempio Nero Giardini prima di Natale ha inviato una lettera a tutti i sui clienti in cui si intimava a non fare assolutamente sconti alla cassa e di non fare più del 20% di sconto nei saldi,
    pena la cessazione del rapporto con l’azienda.
    In riviera è’ successo che un negozio ha fatto un volantino dove prometteva uno sconto del 20% sulla Denny Rose in piena stagione.
    La Denny ha dato mandato all’agente di ritirargli tutta la merce e di non servirlo più.
    A me è capitato che una scarpa della Sax invece di metterla in vetrina con il prezzo imposto di 72,00 l’ho messa a 69,00.
    Sono passati 3,4 giorni e mi ha chiamato il titolare dell’Azienda intimandomi di cambiare il prezzo in vetrina al più presto.
    Questa politica le Aziende la attuano a difesa del Proprio marchio.
    Pertanto con i Marchi anche noi abbiamo le mani legatissime, non possiamo fare i prezzi che vogliamo ma dobbaimo sottostare a quelli imposti dalle Aziende.
    Un saluto a tutti …

  • Alice says:

    Leggi qui
    http://www.altalex.com/inde
    e poi sappimi dire.

  • Alice says:

    Siccome è l’articolo che ti ho segnalato è un po’ lungo vorrei portare alla tua attenzione questo pezzo in particolare:
    "si può affermare con un certo margine di certezza che, in assenza di una posizione dominante del franchisor e di clausole gravemente restrittive della concorrenza (quali l’imposizione del presso minimo di rivendita), i contratti di franchising sono in genere considerati leciti sotto il profilo del diritto della concorrenza."
    Il problema è concorrenziale. Non è detto, anzi è probabilmente da escludere, che il comportamento dei soggetti da te summenzionati sia lecito.

  • Jami says:

    Lecito o non lecito le cose stanno così, nei contrratti certe cose non si scrivono ma sono dei taciti accordi, ("Se vuoi continuare a tenere la Nostra Azienda devi mettere i Nostri prezzi di listno").
    La distribuzione e il controllo sui prezzi sono le armi vincenti delle Aziende.
    Tanti anni fà mi ricordo quando tutti noi commercianti usavamo la Superga come articolo civetta, la vendavamo a prezzo di costo (39.000 lire) l’abbiamo praticamente sputtanata…
    Poi ovviamente se mi entra un cliente abituale, una ragazza carina o un giovanotto simpatico,posso anche decidere di fargli un pò di sconto alla cassa, (anche se Nero Giardini non è d’accordo)ma è tassativo che il prezzo in vetrina sia quello dettato dall’Azienda.
    Hai ragione tu, in questo modo non esiste la concorrenza sui prezzi.
    Siamo schiavi delle Aziende che continuano a fare i loro traffici, quasi tutte producono all’estero, pagano 1 e vendono a noi a 10 se non di più, poi dopo averci infinocchiato ci fanno anche concorrenza diretta con linee similari a metà prezzo negli outlet.
    Penso che da quello che ho appena terminato di descriverti ci si renda conto che il caro euro non è tutta farina del nostro sacco.
    Ciao

  • Alice says:

    Forse è per quello che esistono gli avvocati? 😉
    Non sai quante cause si fanno per il franchising!

  • bibi says:

    mi sembra tutto veramente interessante. grazie per il nuovo punto di vista a jami (esercente) e alice (avvocato – customer). se qualcuno è in grado di rispondere, vorrei chiedere: in base a quali fattori un negozio decide di acquistare da alcune marche? e le marche possono decidere in quali negozi vendere i loro prodotti? un esempio pratico: le munich sono vendute solo in alcuni negozi (red apple ne ha qualche esperienza……), è munich che decide dove e come (per quanto riguarda il quanto mi sembra che sia standard) oppure sono i commercianti che – ignari del mercato – non le prendono?

  • Jami says:

    I negozi comprano i marchi in base alle loro esigenze, la fascia di prezzo è il primo fattore importante per non sbagliare.
    Chi ha un negozio in periferia non và certmente a cercare prodotti di nicchia ma prodotti con un buon rapporto qualità-prezzo.E poi è importante che quel marchio non sia già presente in qualche altro negozio della zona. Sì perchè non abbiamo parlato delle esclusive, esistono anche quelle, niente di scritto, sempre taciti accordi "Se mi fai tot la dò solo a te in zona"
    questa frase oramai la dicono tutti i rappresentanti.
    I marchi solo in casi sporadici decidono dove inserire i loro prodotti e sono sempre negozi molto famosi che fanno tendenza o negozi ubicati in località molto "immagine".
    Per esempio alcuni negozi di Portofino i marchi li riforniscono GRATUITAMENTE , è una forma di "pubblicità immagine" un conto è mandare un rappresentante in giro a vendere prodotti che sono presenti in negozi tal dei tali nella via tal dei tali e un conto è dire che lo vende Spinnaker (nome di fantasia) a Portofino.
    C’è la fila a Portofino di rappresentanti e molti tornano anche con le pive nel sacco nel senso che anche i commercianti ora fanno selezione su prodotti.
    Come Portofino esistono anche altre realtà. Anni fà non mi ricordo bene se la Puma o la New Balance dopo anni di grafici piatti ha deciso di fare un modello di scarpa in 20 colori e per lanciarle ha scelto il negozio di articoli sportivi più IN di Milano 7-8 vetrine piene solo di queste scarpe, si dice che il titolare non abbia solo ottenuto grauitamente le scarpe ma che abbia preso anche dei soldi dall’Azienda.
    La cosa comunque ha funzionato.
    A parte queste perle, tutti gli altri pagano eccome se pagano.
    Nella scelta dei marchi bisogna anche stare attenti a non farsi riempire dai rappresentanti, visto il discorso che praticano per l’esclusiva, in quanto tanti marchi durano una stagione e poi stancano i consumatori (Angel e Davil- A-Style ecc.ecc) oppure sono troppo imitati e presenti sulle bancarelle dei venditori abusivi che screditano il prodotto e il marchio.
    Le munich le possono avere tutti i negozi che ne fanno richiesta sempre che la loro zona non sia già presente un rivenditore.
    A disposizione.
    Jami

  • bibi says:

    mamma mia! grazie, spero che red apple possa essere un minimo utile anche te, soprattutto per vedere cosa viene maggiormente cercato, votato e commentato.

  • Jami says:

    Io ho un negozio total look ho notato negli ultimi anni un calo vistoso delle vendite nelle calzature da uomo.
    Il mercato in questo settore penso che sia oramai in mano alla Nike,Adidas, Puma ecc.ecc
    Queste calzature rappresentano per le Aziende il pago 1 e vendo a 100, è per questo che si possono permettere pubblicità e sponsorizzazioni sportive da sceicchi.
    Cercate di acquistare per quanto possiblie prodotti made in italy ne traeremo vantaggi tutti quanti.

  • bibi says:

    invece da donna no? cosa vendi soprattutto?

  • Jami says:

    Per fortuna le donne usano meno le snakers e comprano più articoli alla moda.
    Da donna di calzature vendo:
    Nero Giardini (alla grande gli stivali meno i sandali) Cafè Noir (alla grande i sandali meno gli stvali) Lea Foscati, Sax, Igi e Co. e poi alre cosine carine che compro sul pronto.
    Di abbigliamento Denny Rose, Anima Gemella,Pickwick,Umm,Merc,Belstaff,Scorpion Bay, Wrangler e dalla prossima stagione Refrigue .

  • Jami says:

    Dammi delle info sulle munich.
    E’ da tanto che vanno in voga, quanto costano, me le consigli, e se me le consigli quali modelli e quali colori.
    Grazie

  • Jami says:

    Grazie.
    Ho visto, sono delle belle scarpe, ma il prezzo è un pò alto, se costassero sulle 99,00 sarebbe diverso ma sopra le 100,00 diventano di nicchia.
    Poi ne vengo dalla batosta presa dalle Cult, ne ho almeno 70 paia invendute a magazino, mamma mia prima di buttarmii su qualcosa di nuovo dovrò riprendermi da questa scottatura.
    A presto.

  • Typhoon says:

    Ciao volevo sapere se, nella zona delle Marche, c erano negozi ke vendevano SCORPION BAY, e se si,dove…grazie

  • Typhoon says:

    scusate mi sono sbagliato a postare…se cmq lo sapete fatemelo sapere.mi scuso ankora.

  • bibi says:

    typhoon su questo sito lo vendono on line:
    http://www.sportingshop.net/

  • Typhoon says:

    Grazie mille bibi e mi scuso ankora.

  • Curpa says:

    Ciao a tutti,
    Sono Andrea e vivo in una città dove ancora i giubbini di MUSEUM non sono conosciuti.
    In questa primavera ho tante rimanenze e ho seciso di venderli al 70% su internet.
    Se vi interessano, contattatemi.
    pqgroup@libero.it

  • Aly says:

    ciao ragazze,che giubbotto mi consigliate per l’inverno?refrigiwear, museum o fay?

  • Giulia says:

    Ciao! Ecco io ho lo stesso problema di Aly!
    Quale giubbotto invernale?
    Lo vorrei nero e sono indecisa se con il pelo sul cappuccio o no… perchè al di là del prezzo (sicuramente più caro con che senza!) non sono sicura che alla fine nell’utilizzo mi ci troverei bene, anche se a vederlo mi piace molto!
    Io sono freddolosissima ed essendomi trovata divinamente con il Moncler in quanto a "calore" vorrei ripetere…
    però mi piacciono molto anche i Fay, mi sembrano più "da città", un pò meno sportivi!
    Solo che non ne ho mai avuto uno… sono caldi quanto i Moncler?
    Consigliateci! Baci!***

  • alice says:

    ma quanto costa il museum shorty per donna?

  • alice says:

    ma quanto costa il museum shorty per donna?

  • aly says:

    Ciao giulia!Hai qualche foto da postare o qualche indirizzo per vedere i fay?quelli di quest’anno non li ho ancora visti…fammi sapere!il prezzo, attorno a quanto si aggira???

  • luigi says:

    per favore qualcuno sa dirmi qualke negozio ke vendo giubbotti refrigiwear a napoli??se qualkuno lo sa mi risponda gentilmente a questo indirizzo:gigi.d-angelo@hotmail.it vi prego è importante!!! e urgente soprattutto… grazie anticipatamente

  • schiettezza says:

    ma perfavore con queste marche siete solo dei viziatoni che seguite in massa come dei coglioni la moda io con quello che costa un cazzo di refrigwear mi sono rifatto il guardaroba per tutto l inverno con marche non conosciute ma che durano una vita anche loro ! ma non e’ colpa di chi li commercia anzi fanno bene anche io lo farei con tutti questi coglioni in giro che non fanno altro che seguire mode stupide ma svegliatevi perfavore !!!

  • Gloria says:

    ………Bibi , cosa rispondiamo a questo qui ??? Forse non vale nemmeno la pena parlare……..è anche di un educazione sconvolgente !!! ……. Che cosa vuole qui???
    Bacio a tutte Gloria

  • bibi says:

    schiettezza – schifezza.

  • vincent says:

    ragazze qualcuna sa dirmi k giubbino devo comprare fra tutte queste marche?quali sono quelli k vanno più di moda????ps:ho 15 anni..

  • bibi says:

    per vincent cosa ne dite del moncler?

  • NR says:

    VORREI COMPERARE UNA GIACCA SU QUESTO SITO………… è SERIO??? O UNA CIAVATA???? RISP

  • bibi says:

    come pagamento sul sito è sicuro, come merce non saprei. fa schifo graficamente ma non mi sembra truffaldino

  • GIUSY says:

    ragazzi io sono di palermo e ho comprato in questo periodo di saldi un REFRIGUE.. mi è venuto il dubbio e pensavo che la refrigiwear fosse maschile invece ho capito adesso che sono due marche differenti… ho visto tra l’altro che il mio giubbino è MADE IN CHINA!!! Ma non è giusto..L’ho pagato un occhio della testa…
    Cmq è bellissimo… baci baci

  • Alice says:

    Come abbiamo già detto, l’originale è il Refrigiwear, purtroppo il Refrigue è una imitazione – anche se negozi che lo vendono hanno lasciato commenti in senso opposto.
    Tant’è che dalle mie parti non c’è nessun negozio di questo Refrigue mentre i punti vendita più prestigiosi vendono il Refrigiwear e costa sui 400 euro.

  • maria says:

    La scorsa stagione ho preso un refrigiwear imbottito da piume d’oca..fortunatamente in saldi ad un prezzo accettabile 100 eur..sfoortunatamente quando lo metto sembro il pulcino di mamma chioccia!!! mi rovina tutti i maglioni con le piumette…problema che ha anche una mia amica di Pescara!
    non c’è modo di comunicare con la casa madre..domani prendo appuntamento con la sarta per farlo rifoderare…che sola!!!

  • Mitico says:

    L’abbiamo già scritto ma lo ripetiamo.
    Le due Aziende nascono dallo stesso imprenditore (anzi imprenditrice) che dopo l’apertura della Refrigiwear in America apre nel 1972 in Portogallo la Refrigue questo per risparmiare sui dazi doganali. e per ampliare la linea da lavoro che veniva fabbricata proprio in Portogallo. La Refrigue non è l’imitazione di nessuno è un bel brand e basta,andate sul sito http://www.refrigue.com le imitazioni non hanno i siti internet.
    Inoltre trovo che il logo dell’orso sia molto più carino che il cagnolino.
    Sul fatto del made in Cina non ci trovo niente da scandalizzarsi, oramai il 70% della produzione sia di calzature che di abbigliamento avviene in Cina o in paesi del terzo mondo,le nike da 180,00 sono fatte in Cina, il giubbotto di jeans della G-Star da 190,00 è fatto in Cina, ecc.ecc.

  • sardo says:

    la marca che interessa a me è refriguer ma sono molto confuso poichè a cagliari di quel giubotto ne esistono tanti vari tipi a hanno nomiu diversi? così almenoi vado a colpo sicuro anche se è molto difficile tovarlo. rispondete mi serve una mano! 🙂

  • modello sardo says:

    cmq io volevo dire che il Refrigue è molto più stiloso del museum…perchè il museum mi sà tanto di giubotto dei cinesi… senza offesa cmq secondo voi di che colore è meglio il refriguer?

  • ggdag_from_legnano says:

    non seguiamo la moda per essere tutti uguali…anzi…andiamo a ricercare il capo più prestigioso appunto per differenziarci dagli altri…w la moda…frankie morello sexywear rulez

  • Wonder Boy says:

    Consiglio un Refrigiwear Man Blunt Nero.

  • Eddie says:

    Salve,
    Ho Acquistato Un Giubbino Maschile Refrigiwear In Negozio Ma Non Mi Ero Accorto che il classico logo del cane fosse bianco invece che giallo..
    E’ Una cosa normale ? o mi sono fatto , come si suol scurrilmente dire, fottere ?
    Grazie in anticipo..

  • bibi says:

    io ho controllato nelle due giacche refrigiwear che abbiamo a casa e in entrambe il cane è giallo, con la R di marchio registrato

  • bibi says:

    allora, dal 2004 sono state "riscoperte" per lo street style dopo anni in cui non si vedevano più in giro. si vede soprattutto la linea goal mentre la linea tecno e i modelli in pelle no. direi che i modelli e colori apprezzati sono praticamente tutti, perchè si va da quelli più semplici e sportivi (bianco-rosso, bianco-blu) che costano cira euro 125 a quelli più elaborati sia per maschi che per femmine (in cavallino, con glitter, scamosciati,con fiori ricamati, oro, ecc.) che arrivano fino ad euro 150. sono molto comode (le ha comprate sweell, che ha un piede maledetto) e vestono piccolo. per i nuovi modelli quelle per ragazze sono molto carine (rosa con le libellule, con i fiori e i dettagli argento,ecc.)
    se hai tempo dai un occhio a questo post:
    http://www.redapplemag.com/

    per avere un’idea di quanti le hanno cercate perchè non riuscivano a trovarle. è una scarpa da ginnastica un po’ diversa dalle solite, con il vantaggio di poter scegliere fra molti modelli

  • bibi says:

    ah sì le cult. le avevo postate qui:
    http://www.redapplemag.com/

    ma non hanno mai suscitato….nulla!

  • NR says:

    vorrei comperare una giacca sul sito http://www.maranellowebfash… pensate sia sicuro come venditore o no????????? risp

  • tyler says:

    Ciao, non so se vi può interessare ma ho trovato questi fantastici Bomber Originali Alpha Industries qui http://www.originalbomber.com

    Sono un po’ off topic, ma non penso del tutto!
    ciao

Leave a Reply