Liquore all’Assenzio


liquore all'assenzio - arthemisia absinthium
hopper - chup suey

Arthemisia Absinthium di Casa Leone. Liquore all’assenzio, 0,5 lt e 72% vol. A euro 27. Disponibili anche le caramelle in piccolo pacchetto di carta.

“Massima delizia si trae da detto liquore bevuto in purezza oppure, per conferire una nota trasparente dal sapore delicatamente aromatico, mescere una parte di Absinthium con due o massimo tre parti dia acqua ben fredda. Per gli amanti del soave, aggiungere alla miscela una zolletta di zucchero.”

Clipper – Vendita specializzata t e caff, Via Paleocapa 32/R, Savona, Tel. 019/811820

47 Comments

Add yours
  1. 5
    victory

    Dici? alcune persone lo fanno anche senza assenzio, dicono che crescano meglio… 🙂 secondo me con l’assenzio la differenza è che TI RISPONDONO!

  2. 8
    bibi

    per l’assenzio: è un liquore che ti danno,non so,al posto del montenegrino a fine cena, e te lo spacciano sotto quest’aurea di "maudit", come il coca button

  3. 9
    Sid

    Se provoca pure assuefazione sono fregata… In effetti, ciò che mi attira è il riferimento alla Francia "maudite", a "L’absinthe" di Degas (1876, Parigi, Musée d’Orsay) ecc. A Genova l’anno scorso c’era qualche locale (tipo "La lepre") che ti dava un cancarone simil-assenzio, non so quanto fosse la gradazione alcolica, penso bassissimissima. Non l’ho mai assaggiato, sarei rimasta delusa se, una volta appurato il basso contenuto alcolico, le piante fuori dal locale non m’avessero intonato, su mia richiesta, "Ne me quitte pas"…

  4. 10
    bibi

    io l’ho assaggiato l’anno scorso, come "ammazza-caffè" in una trattoria con prodotti tipici, con la classica zolletta di zucchero. era talmente forte che quasi non si sentiva il sapore

  5. 11
    fluo

    se si è un/a vero/a ricercatore di emozioni forti l’assenzio fa parte di una sostanza naturale e con ciò non significa che non faccia male,che bevuta provoca effetti non molto lontani all mdma tre bicchieri di assenzio 70% diluito con il latte che preserva dal bruciore di stomaco del giorno dopo ;in un contesto tranquillo magari con un solo amico o una persona affine ci si troverà in una situazione di perfetta sintonia con il/la compare ed esternamento semi totale da ciò che stà attorno.

  6. 12
    fluo

    Ps:lo si consuma alcune volte poi come tutte le sostanze utilizzate che portano ad una esperienza con un risultato positivo lo si ricerca..

  7. 13
    okuba

    sentite io ne ho bevuti sei ee non mi hanno fatto niente perche e pure non mi drogo.e solo un erba medicinale al sapore di dentifricio

  8. 14
    victory

    🙂 evvvaaaaai okuba!!!! ne hai bevuti SEI??? e nessun effetto? nemmeno effetto placebo? magari quello di fluo è diverso…magari lei/lui ha provato l’assenzio puro e non un semplice liquore all’assenzio…

  9. 15
    amortepilato

    sapete benissimo che la sostanza che dovrebbe dare gli effetti collaterali è il tujone, la quale nei lquori detti all’assenzio è in quantità piccolissime, anzi a volte neppure presente. Per cui lo sballo arriva solo dalla gradazione alcolica. Molto meglio bersi un buon whisky o una vodka.

  10. 16
    victory

    :-)))) tujone??? mai sentito!!! d’altronde non sono una fan degli sballi…non li cerco e AHIME’ non li procuro nemmeno! 🙂

  11. 17
    plippo86

    Io l’ho provato a Praga quello vero (giallo) con lo zucchero e dopo 3 – 4 bicchiri sei lì devastato…

  12. 19
    chiavediviolino

    ma quante stupidaggi sento sull’assenzio!!!! ma sapete veramente quello ceh state dicendo?? "il vero assenzio di praga"???? è fortissimo??? che effetti dà???? vi state perdendo tutti in un mare di leggende e vivete dei racconti dei media. l’assenzio è certo ad alto grado alcolico, ma se preparato come si deve non è più forte di un bicchiere di vino! non provoca assolutamente niente e non lo ha mai fatto….c’è una storia dietro alle leggende che non vi immaginate. l’assenzio di praga è tutto fuorché assenzio! non è minimamente riconducibile a quello bevuto nell’800! proprio come il leone, il la fee o il versinthe e persino lo xenta! sono schifezze o al massimo pastis ritoccati. se vi interessa aprire gli occhi sulla verità dell’assenzio e magari conoscere il vero assenzio e gustarvelo come si deve vi consiglio un giro sul forum
    http://www.sifattack.com/ph
    oppure prossimamente sul sito http://www.lafataverde.it
    troverete tutto quello che dovreste sapere sull’assenzio. per favore , non fatevi prendere in giro da cent’anni di leggende.

  13. 20
    chiavediviolino

    dimenticavo: non va bevuto puro, ma ALLUNGATO CON ACQUA E ZOLLETTA DI ZUCCHERO e perfavore, NON BRUCIATE LE VOSTRE ZOLLETTE!!!! è un invenzione moderna che rovina il sapore e i bicchieri! non è più droga di qualsiasi altro alcolico!!! il tujone che contiene l’artemisia absinthum (uno degli ingredienti dell’assenzio) lo contiene anche la salvia che usiamo in cucina e anche il genepì.vi è mai risultato che gli alcolici alla salvia e al genepì fossero allucinogeni? l’assenzio poi non è un liquore, ma un DISTILLATO di una dozzina di erbe, tra cui l’artemisia absinthum, i semi di anice verde (non lanice stellato, che è quella pianta che dà quel sapore di anice/liquerizia che sentiamo nei prodotti moderni), l’issopo, i semi di finocchio, la melissa, la menta, la veronica, l’angelica e molte altre (dipende dalle varie ricetta). la differenza tra liquore e distillato è essenziale: liquore è solo macerazione in alcoole aggiunta di zucchero. distillato comporta anche una distillazione del macerato e non vi è aggiunta di zuccheri. se volete ulteriori informazioni su come acquistare veri absinthe (o anche moderni) potete rivolgervi a dreamweaver80@virgilio.it è un importatore di assenzio per l’italia e credo che sia uno dei più esperti del nostro paese. per fortuna però ne stanno nascendo molti altri e pian piano le leggende cadono! gustatevi l’assenzio per il suo gusto complesso ed elegante (mi sembra di aver capio che qui nessuno abbia mai bevuto veramente absinthe) e non per sballare! è una stupidata grossa come una casa visto inoltre che costa non poco: perché bere per poi vomitare? sarebbe proprio buttare i soldi nel cesso no? imparate a gustarvi il vostro bicchiere per il gusto che vi propone e vedrete che capirete perché gli artisti dell’800 lo avessero eletto a musa ispiratrice! non certo le per allucinazione! tutte coglionate! (scusatemi il termine!)

  14. 22
    chiavediviolino

    figurati! mi spiace…forse sono stato un po’ troppo schietto nel parlare… ma da amante del vero absinthe mi vien davvero male ogni volta che sento che le favole continuano a girare. le allucinazioni e la follia erano dovute a ben altro: abuso (e come tutti sanno abusare di qualsiasi alcolico porta ad allucinazioni, delirium tremens e atti violenti), utilizzo di cucchiai in piombo (molti cucchiai per absinthe dell’800 erano in lega di piombo ed un uso costante sicuramente può aver causato un intossicamento da piombo), prodotti economici prodotti da produttori senza scrupoli che per competere con la qualità degli absinthe veri producevano con alcool di basso costo, molto spesso contenente metanolo, e coloravano i loro absinthe con solfato di rame anziché con una macerazione di erbe, per rendere più accattivante il prodotto. questi pessimi alcolici, chiamati absinthe nonostante le vere distillerie di absinthe avessero attaccato veemente l’abuso del nome absinthe, erano molto venduti tra i ceti più bassi dell’800 perché costavano davvero poco e furono loro probabilmente i colpevoli delle morti da absinthsimo. l’assenzio (meglio chiamarlo absinthe) in quanto tale non ha mai causato né morti né allucinazioni. ad ogni modo troverete più informazioni ai link che vi ho mandato.

  15. 23
    chiavediviolino

    per bibi:
    in realtà l’absinthe sarebbe un aperitivo e sinceramente, se avessi un locale o un ristorante lo servirei a litri: mette una fame inverosimile!!!! nell’800 era bevuto prevalentemente tra le 17 e le 19 e questo periodo era chiamato appunto l’heure verte. si narra che le vie di montmartre durante l’heure verte profumassero di absinthe ( e se qualcuno di voi ha provato absinthe come l’edouard, il verte suisse, il nouvelle orlean, il montmatre, il verte de fougerolles o il balnche de fougerolles capisce il perché), bibi, chiunque te l’abbia preparato, se dici che era così forte da non sentire il sapore, o era un absinthe pessimo che sapeva solo di alcool, o chi te l’ha preparato non sa nemmeno cosa sia una absinthe preparato come si deve! 😉 ti consiglio di riprovare l’esperienza come si deve: resterai affascinato (o affascinata???)

  16. 24
    bibi

    a me infatti l’hanno servito come "ammazza-caffé"…
    ma i liquori, come filosofia azzarderei, sono un tuo interesse?
    se ti va mandami attraverso la suggest box o via email i dati e una foto (se la trovi ) di uno che ci consiglieresti. potremmo fare una nuova categoria!

  17. 25
    chiavediviolino

    fataverde è un cliente di dreamweaver80 di cui ho dato l’e-mail. so che purtroppo i clienti di quel locale guardano solo al grado alcolico e non alla qualità…una tristezza che dimostra che i giovani non sono interessati alla qualità ma allo sballo (che pena!)

    x bibi:

    questi sono gli absinthe al top, i migliori al momento in commercio.
    http://www.sifattack.com/ph
    http://www.sifattack.com/ph
    http://www.sifattack.com/ph
    http://www.sifattack.com/ph
    http://www.sifattack.com/ph
    http://www.sifattack.com/ph
    insieme ai lemercier, agli un emile, al kubler53 e a prodotti più economici come il coulin. per i sapori più forti e grezzi ci si può orientare al muse verte e all’elie arnaud denoix.
    cmq, se vuoi fare una nuova categoria consiglierei di farla per gli absinthe jade (trovi molto in inglese in internet su di loro ma in italiano poco…) sono letteralmente dei cloni dei migliori absinthe dell’800 (al momento sul mercato il nouvelle orlean, il verte suisse e l’edouard)

  18. 27
    chiavediviolino

    a dire il vero non mi intendo molto di altri alcolici :-[ la mia passione è l’absinthe…niente di più!

  19. 28
    kikka16

    l’assenzio xme nn e tanto forte come dicono…fa solo scena… io o 16anni e l’o provato sabato… 3bikkieri… lo servono in 1calice trasparente e x farlo arrivare prima al cervello lo infiammano… cosi fa piu scena…qnd lo spegni sbattendolo 1po lo devi mandare giu in 1solo sorso il piu velocemente ke puoi… e 1figata… effetti??a me solo 1po d giramento di testa anke xk ero in 1locale kn la musica a palla… il mio tipo ha fatto 1brutto incidente a causa di "qualke assenzio di troppo" (circa8) io ero in makkina e fortunatamente nn m e successo molto— lo consiglio a tutti xk e 1sensazione unika…. ops… l’unika ks k senti la prima volta ke lo provi e nn 6abituato a bere.. e k t manca il respiro x1po..ma passa piu o meno subito… ora e la mia bevanda preferita….

  20. 29
    kikka16

    dimentikava al LAPALAPA di makerio lo fanno ke e 1figata…ve lo consiglio di brutto…xaltri effetti… beh PROVATELOOOOOOOOO

  21. 30
    chiavediviolino

    kikka16…ma hai letto oppure no quello che ho scritto??? è errore comunissimo credere che sia forte: lo è puro, non bevuto come si deve.inoltre come te lo hanno servito è il peggiore dei modi!"!! SMETTIAMO DI INCENDIARE I NOSTRI ASSENZI!!!!!! che s7r0N£@t@ totale!!!!! inoltre va sorseggiato!!!! c’è troppa, davvero troppa ignoranza riguardo l’assenzio!!! documentatevi, solo così ne capirete di più! mi sta troppo sulle scatole chi vede nell’assenzio il nuovo modo di sballare! ma perché? vi costa di meno con la vodka…. inoltre vi ricordo che sono mooolto pochi i locali al momento dove si serve vero assenzio, nella stragrande maggioranza dei locali si servono assenzi moderni che sono diversissimi da quelli antichi e schifezze etichettate come assenzio come epr esempio lo xenta!!!! lo xenta NON è assenzio!! proprio come non lo è l’hills e tutta la brodaglia che viene da praga e dall’est!!! il la fee è un assenzio moderno, il versinthe è un pastis, il black ‘na stupidata per attrarre gli allocchi, l’absente è un pastis…. insomma: si crede di bere assenzio ma in realtà si bevono surrogati….

    se volete saperne di più vi ripeto di documentarvi e al momento posso consigliarvi il forum: http://www.sifattack.com/ph… dove, se volete togliervi il paraocchi, capirete tutto sull’assenzio, miti, leggende, realtà e molto altro.

  22. 32
    bibi

    Arthemisia Absinthium di Casa Leone (c’è scritto nel post) e il negozio è Clipper di Savona (l’indirizzo è scritto nel post)

  23. 33
    nino

    ragazzi io l’ho assagiato oggi xche dei miei amici lo hanno portato dalla spagna e devo dire che al primo sorso mi e sembrato che in bocca mi fosse esploso qualcosa poi x 5 secondi ti manca il fiato domani sera assaggio quello nero e poi vi faccio sapere. ci sono 4 colori diversi rosso blu nero e poi quello verde che e quello puro.(il piu forte) cmq un sorso di assenzio (quello vero) come si deve e sei gia fuori

  24. 34
    Max

    Non vale quello che costa perchè il vero assenzio contiene l’ alcaloide chiamato tujon o tujone e secondo me, nel Leone non ce ne é.

  25. 35
    Ciccicoll@

    Qualcuno sa se a roma c’è un negozio a roma che vende il liquore all’assenzio possibilmente puro?Fatemisapere vi prego!!!!!

  26. 36
    chiavediviolino

    per nino: tu hai bevuto i tunel spagnoli! non è assenzio!!!!ma nemmeno lontanamente.
    per ciccicoll@: a roma forse prossimamente trimani distribuirà vero assenzio…per ora se vuoicomprare vero assenzio in italia l’unica cosa che puoi fare è acquistarlo online a absinth_online@hotmail.com sono molto onesti e corretti e ti danno prodotti di altissima qualità (saranno quelli che, nel caso, riforniranno trimani). se non ti fidi degli acquisti online puoi sempre pagare in contrassegno a merce consegnata.
    MAX: non valgono quello che costano i surrogati. il vero assenzio NON contiene un alcaloide: il tujone non è un alcaloide e credimi (scrivimi a chiavediviolino@virgilio.it se vuoi saperne di più. posso darti molti documenti a riguardo) il tujone è una gran bella leggenda. bevo vero assenzio (anche antico) da anni e di questo fantomatico tujone non si sente nemmeno l’effetto (come è ovvio che sia. gli studi scientifici dicono che ne occorrerebbe circa 100gr direttamente in vena per avere gli effetti da tujone. quindi, il tujone è tossico, ma a dosaggi così alti da essere impossibili da assumere con qls assenzio di ogni epoca. ricordiamoci, per chi crede che "il vero assenzio ne conteneva un casino e via dicendo" che il pernod fils, l’assenzio più famoso di tutti i tempi, conteneva 8mg/L di tujone!!!! oggi la legge europea ne consente fino a 35mg/L!!!!
    il leone ragazzi (l’avevo già detto mi sembra) è una mezza brodaglia alla melissa…di assenzio ha sì e no il nome!!! occhio!!! non fatevi prendere per il naso da leggende e venditori che non sanno nemmeno cosa stanno bevendo!!!!

  27. 37
    premierfils

    http://www.assenzioitalia.it
    l’unico sito veramente italiano dove oltre che ad acquistare una vasta gamma di assenzi selezionati potrete trovare tutte le informazioni che desiderate sull’assenzio, dalla storia, alle marche storiche e moderne, dal rituale all’arte…insomma, una sorta di enciclopedia sull’assenzio.

  28. 38
    rencob

    ho acquistato da http://www.assenzioitalia.it niente da dire, competenti, onesti, chiari ed esaurienti nello spiegare, veloci nelle spedizioni, hanno praticamente tutti (o quasi) i veri assenzi….più qualche cosa di commerciale, permettono il contrassegno e addirittura si può andare di persona a ritirare… insomma, non credo che in Italia potremmo chiedere di più per l’assenzio.

  29. 39
    dreamweaver80

    sabato 29 luglio saremo in piazza durante la notte bianca di Cerea (Verona).

    in degustazione ci saranno diversi prodotti, alcuni veri assenzi (molto probabilmente kubler, kallnacher, duplais, montmartre e forse qlc Jade) e alcuni surrogati di buona qualità (NS, Deva, Lasala, Ferri)

    vi aspetto

  30. 40
    dreamweaver80

    ciao a tutti, vi informo che durante il festival della letteratura di Mantova (inizia il 6 settembre) saremo in piazza con tutti i migliori assenzi per tutta la durata del festival. se vi va di fare un giro non dimenticate di passare da noi.
    ciao

    in degustazione solo l migliori etichette, quelle autentiche .

  31. 41
    dreamweaver80

    questa è una cosa importante: un’occasione per poche persone seriamente interessate.
    ho trovato una bottiglia di pernod fils datata circa 1900 in perfette condizioni. ho deciso di farne alcuni campioni da 3cl (un bicchiere) da assaggio. i campioni sono davvero molto pochi: se qualcuno di voi è seriamente intenzionato ad assaggiare un bicchiere d’assenzio prodotto e imbottigliato prima della messa al bando mi contatti privatamente a dreamweaver80@virgilio.it .
    vi dico subito che il prezzo sarà elevato (tenete presente che bottiglie del genere hanno un valore di mercato attorno ai 5000euro) quindi contattatemi solo se seriamente interessati. è un’occasione unica, utile a capire cosa fosse veramente l’assenzio dell’800.
    certamente il campione non sarà fedele a quello che era il pernod fils se quella bottiglia fosse stata aperta 100 anni fa: 100anni di invecchiamento lo hanno enormemente maturato, rendendolo brunastro e non più verde, estremamente corposo, morbido e avvolgente.
    posso mandarvi delle foto.
    se interessati affrettatevi.

  32. 42
    dreamweaver80

    ciao a tutti

    l’8, il 9 e il 10 dicembre a Marmirolo provincia di Mantova, presso il Circolo La Vite si terrà la prima festa dell’assenzio italiana. ci sarà la possibilità di degustare tutti i migliori assenzi presenti sul mercato, capire le differenze tra assenzi autentici e surrogati, e molto altro ancora. chiunque fosse interessato può contattarmi a dreamweaver80@virgilio.it per tutte le informazioni necessarie

  33. 43
    roberta

    heilaaaa mamma mia son andata a malta laltro mese e nn potete capire..oltre k a costare poko il bere…hanno diversi tipi d assenzio…….!!!! ho provato l’assenzio puro…k è 75 gradi…davvero stupendo davvero…!! nn vd lora d trovarlo e andarlo a comprare…poi ho bevuto l’assenzio nero…!!! beh …lasciamo perdere era 96 gradi…una bomba pazzeska!!!!

  34. 44
    Vale86

    Ciao Roberta!Anch’io sono stata a Malta settembre scorso…mica costa poi così poco!Devo dire che però a differenza dell’Italia l’entrata nelle disco non si paga…questa la trovo una cosa positiva,io le ho girate tutte perchè lì ci sono solo quelle!!!Infatti preferisco di gran lunga un localino dove si suona dal vivo,magari della musica jazz…!

  35. 45
    Debora

    Io l’ho provato in un locale di Padova, nato proprio per servire l’Assenzio. Ci sono stata solo una volta. L’ho solo assaggiato perché, temendo effetti troppo forti (io non bevo mai alcolici e non sono abituata) e dovendo guidare non mi sono fidata. Sarà stato che ne ho bevuto poco ma non mi ha fatto nessun effetto, neanche l’effetto di un bicchiere di vino! Comunque il locale di Padova si chiama Fata Verde, vedi sito http://www.fataverde.it.

  36. 46
    Sancte Johannis

    Se volete provare del puro assenzio autentico, asseggiate La Grande Etoile…
    E’ prodotto artigianalmente con solo assenzio raccolto sulle alpi francesi.
    sul sito: http://www.lagrandeetoile.b… oltre a trovare i contatti, troverete anche utili ed interessanti informazioni sulla bevanda. provate!

  37. 47
    Roberto

    E’ bello vedere come ‘chievediviolino’ parla di se stesso in terza persona x-)

    ”’se volete ulteriori informazioni su come acquistare veri absinthe (o anche moderni) potete rivolgervi a dreamweaver80@virgilio.it è un importatore di assenzio per l’italia e credo che sia uno dei più esperti del nostro paese.”’

    Su questo sito si può vedere come ‘chiavediviolino’ e ‘dreamweaver80’ sono la stessa persona:
    http://www.google.it/url?sa

    Un minimo di pudore no?
    Quando la smetteremo di auto-referenziarci?!

Lascia un commento!